Astronomia  Milan, Italy - 4529'15" N - 912'45" E
Turismo IT & Internet Pagine Sparse Astronomia Curriculum

Rappresentare il cielo
   Rodolfo Baggio

Osservare il cielo, cercare di carpirne i segreti, di comprendere i meccanismi che regolano il moto dei corpi celesti, sono fra le attività più antiche nella storia dell'umanità. L'astronomia è probabilmente la più antica fra le scienze, e certi metodi di osservazione e di interpretazione dei fenomeni celesti, ideati e messi a punto migliaia di anni fa, sono validi ancora oggi.

Già gli uomini del Paleolitico avevano capito due fatti fondamentali, e cioè che i rapporti fra i corpi celesti erano fissi e che gli astri si muovevano in modo regolare nel cielo. Sulla base di queste considerazioni furono sviluppati metodi di misura dello spazio e del tempo.

E' altamente probabile che quei nostri antenati avessero elaborato un insieme di osservazioni molto accurato, che permise loro, ad esempio, la costruzione di siti come Stonhenge; ma nessuna traccia scritta è arrivata fino a noi e non possiamo comprendere i loro metodi né che cosa li abbia spinti a farlo.

Nelle prossime pagine tracceremo una breve storia dei metodi usati dall'uomo per rappresentare il cielo, disegnando e producendo mappe, atlanti e cataloghi.

Le civiltà antiche
Tolomeo
Il Medioevo
Il Rinascimento
L'età d'oro degli atlanti celesti
Il XX secolo


N.B. La maggior parte delle immagini dei cataloghi è tratta da Out of this World (http://www.lhl.lib.mo.us/pubserv/hos/stars/intro.htm) mostra online della Linda Hall Library, che contiene forse la più bella e completa mostra in Rete di questo genere.

 


R. Baggio - Last update: November 2001

top